BIOGRAFIA

Sono nato nel 1971 a Luino (Va), cittadina del Lago Maggiore, nota per i suoi numerosi personaggi dello spettacolo, scrittori e uomini di cultura. Sono sposato con l’Ing. Maria Elena Biason e ho tre figli: Federico, Alessandro e Laura.

Mi sono laureato in Storia della Filosofia Medioevale (110 e lode) presso l’Università degli Studi di Milano con la tesi dal titolo “Plane Pueriliter. Il De Musica di Agostino, ovvero la necessità di un percorso inutile” (relatore Prof. Massimo Parodi).

Sempre presso l’Università degli Studi di Milano mi sono formato alla Scuola di Specializzazione all’Insegnamento Secondario (SSIS).

Ho conseguito il Master di Formazione triennale in Counseling con la Procedura Immaginativa presso l’Istituto di Psicologia Clinica Rocca-Stendoro di Milano, con cui ho collaborato nel Dipartimento Prevenzione Disagio Giovanile.

Ho frequentato la Scuola Quinquennale di Teologia per Laici.

Dal 2012 sono docente di Scienze Umane e Filosofia presso l’Istituto Elvetico Salesiani Don Bosco di Lugano (CH).

Sono autore, insieme allo Psicoterapeuta dott. Giuseppe Toller, del saggio Silenzio Simbolo Sublimazione (Armando Editore, 2009), del romanzo di formazione Lasciati cadere (Albatros, 2012); del libro di poesie Oltre Confine (Macchione Editore, 2018) in collaborazione con il pittore Italo Corrado, artista concettuale, espressionista-astratto attivo a Milano; ho curato il libro Tra 4 mura. Adolescenza al tempo del Covid-19 (Flamingo Edizioni, 2020); ho collaborato con la rivista di psicospiritualità 3D Tredimensioni (Ancora). E’ in uscita a ottobre 2021 il saggio sul simbolismo dal titolo Risveglio (Flamingo Edizioni).

Sono vicepresidente dell’Associazione culturale “Festival del Teatro e della Comicità Città di Luino” e vicepresidente del Tennis Club Luino.

Sono campione italiano juniores di vela Classe Snipe; premiato dalla FIV per i risultati agonistici nel quadriennio 1989-1992. Membro dell’Associazione Velica Alto Verbano.

Musicista (chitarrista) e compositore del gruppo musicale pop Ethuil e  del cabarettista Francesco Pellicini.